haflinger club Italia-Registro Italiano     Archivio e documentazione

P0247021.jpg (21568 byte)

P0093015.jpg (28137 byte) Haflinger 600 ap in fase di restauro, recuperato dall'amico Austriaco DRABEK ed esposto durante il raduno di Graz per il 40° anniversario del' Haflinger nel Giugno del 1999. haf.jpg (12830 byte) Un prototipo prima del 600 ap, anno 1957, in prova presso l'Esercito Austriaco.
Di decisiva importanza sono poi stati i tragitti di collaudo effettuati sullo Schoeckl e sullo Hausberg, nella regione di Graz, ed ancora in questi luoghi, i tragitti eseguiti su strade incassate fra gole e lungo carrarecce rocciose e scoscese, come pure su terreni prativi e boschivi senza strade, ed infine su terreni soffici, in mezzo al fango, alla sabbia e sulla neve, lontano dalle strade carrozzabili.  Un intinerario alquanto difficile ed impressionante è quello compiuto per conquistare la cima a copula dello Zirbitz, nella Stiria e anche successivamente quello effettuato nel territorio paludoso del lago di Neusieedler, oltre al percorso sulle dune sabbiose in riva al mare Adriatico.

Nelle Ande, procedendo su terreni di natura detritica, si sono potute raggiungere, mediante l' Haflinger, altitudini superiori ai 5000 metri, arrivando esattamente a 5680 metri !!!!!  Inoltre hanno avuto luogo tragitti attraverso i deserti del' Africa ed in mezzo agli acquitrini paludosi del' Indonesia.  In occasione di tutti i vari tragitti di collaudo, conclusisi con esito positivo, hanno potuto essere verificate le prestazioni di marcia, oltre che la garanzia di un funzionamento e servizio efficiente, e la notevole capacità di durata del motore, delle varie componenti del sistema di trazione e quelle del telaio dell' Haflinger.

Nelle medesime occasioni, i piloti collaudatori hanno realizzato imprese eccellenti - spesso nel corso di operazioni pericolose - e, in tale maniera, hanno dato un contributo fondamentale al buon successo delle imprese.  I validi risultati forniti dagli intensi collaudi, così come le esigenze che erano state formulate al riguardo, hanno potuto trovare una realizzazione eccellente unicamente in virtù di questo nuovo       principio di costruzione !!!

Si sono dovute adottare particolari misure, per quanto riguarda la costruzione dei veicoli, in modo da assolvere la funzioni prestabilite.  La costruzione di tali veicoli è stata realizzata, nel caso del telaio e di tutti gli alloggiamenti dei meccanismi del motore, in metallo leggero.  La sospensione della ruota singola consente un esiguo numero di masse sospese, e i poderosi meccanismi a molla ed il molleggiamento delicato permettono una buona tenuta del terreno.  L'elevata distanza dal suolo si è potuta ottenere mediante gli ingranaggi riduttori alle ruote, la tecnica del guidatore in prima linea fà risparmiare nella lunghezza del mezzo, conservando nello stesso tempo la grandezza della superficie di carico.

Il Puch Haflinger, in quanto autoveicolo di tipo universale costruito con materiale leggero e dotato di trasmissione integrale, è in grado di spostare il proprio carico trasportandolo in modo rapido e sicuro attraverso il terreno fuori strada più difficile, e ciò in ragione del rapporto proporzionalmente vantaggioso fra la sua capacità di  portata e le sue dimensioni modeste.

Riguardo alla sua utilizzazione, entra in questione un vasto ambito di attività professionali ed economiche, come ad esempio quelle nel campo della caccia, del turismo, del' edilizia, del' esercizio delle pubbliche attività comunali, del' agricoltura e, naturalmente, anche nel' impiego Militare, ad opera del quale lo sviluppo dei veicoli per marcia fuori strada ha ricevuto un impulso decisivo.

Nel 1959 vi è stato l' inizio della produzione in serie del' Haflinger, fino al 1974 a Graz-Thondorf sono stati prodotti circa 16700 esemplari di esso, ciò considerato, il Puch Haflinger ha rappresentato una soluzione nuova per il problema dei trasporti, mentre la sua impostazione strutturale e al sua capacità di rendimento in senso universale ha dischiuso ad esso un ampio margine di possibilità di impiego.                                                                                                                                              

Và ricordato infine che l' Haflinger è stato esportato in 110 stati della terra, dall' Etiopia fino a Cipro, a Melbourne esso è stato fabbricato per  il mercato Australiano, ed inoltre è stato prodotto anche per gli Stati Uniti d' America e destinato al Texas, nel Sud Africa  invece, l'organizzazione proposta alla sua vendita portava il nome di Autolec ed aveva la propria sede a Johannesburg, mentre, sempre in Africa, lo aveva in dotazione l'Esercito del Congo Belga, più tardi Zaire ed oggi nuovamente Congo.

Ma il più grosso acquirente degli Haflinger non è stata, come si potrebbe supporre, l' Austria, bensì la vicina Svizzera; non meno di 4535 esemplari sono stati infatti spediti e consegnati nella Confederazione Elvetica, e di questo numero quasi tutti sono stati ricevuti in dotazione     all' Esercito Confederale Elvetico !!!

Questo è il memoriale del "PAPA'" del' Haflinger Ing. LEDWINKA in occasione del 30° anniversario dal' inizio della costruzione in serie dell'Haflinger, nel 1989, purtroppo l'Ingenier LEDWINKA ci ha lasciati qualche anno dopo, nel 1992 all' età di 88 anni, ma noi vogliamo ricordare per sempre colui che ci ha dato la possibilità di poter cavalcare ancora oggi un cavallino chiamato HAFLINGER !!!!!

Afli1.JPG (228705 byte) Personale della Steyr-Puch e tecnici militari durante una prova del mezzo, un prototipo del 1958 denominato ancora 600ap, se si osserva attentamente si può vedere che l'alloggiamento della ruota di scorta è uguale a quello della 600 multipla Italiana. afli2.JPG (349686 byte) Prototipo 600  ap in prova all'Esercito Federale Austriaco.
Afli3.JPG (653929 byte) Un Haflinger in cima al mondo, quota 5680 metri sulle ande peruviane !!!!!! haflingerprot.bmp (240354 byte) Uno dei primi prototipi viene provato sul fuori strada.

.....precedente frcia_r42.wmf (1842 byte)                                            home page